Catechesi Via Pasa

CATECHESI DEGLI ADULTI

CENTRO DI ASCOLTO DI VIA PASA

42Erano perseveranti nell’insegnamento degli apostoli

                    e nella comunione,nello spezzare il pane e nelle preghiere.”

At 2,42

Il gruppo di catechesi del centro di ascolto di via Pasa nasce dopo molteplici esperienze di catechesi che si sono svolte in parrocchia a partire dagli inizi degli anni ottanta del secolo scorso.

Alcuni membri di questo gruppo,quelli che poi sono diventati gli animatori, avevano seguito i corsi di Catechetica Speciale di fratel Biemmi e si sono impegnati con continuità e responsabilità sia nella formazione personale, continuando a frequentare i corsi di aggiornamento, sia nella programmazione accurata degli incontri.

Il gruppo si è costituito stabilmente nell’anno pastorale 1991/92 come “centro di ascolto”, per una catechesi più partecipata e condivisa rispetto a quella assembleare.

La proposta ha incontrato le aspettative di persone con provenienza (avesani storici e nuovi arrivati),esperienze di vita, formazione ed età diverse: questo ha contribuito alla ricchezza del dialogo sollecitato dalla Parola.

Coloro che hanno aderito fin dall’inizio sono rimasti fedeli alla proposta, valutando sempre positivamente il percorso attuato. Nel corso degli anni, si sono aggiunti nuovi membri che hanno arricchito con la loro presenza il gruppo, inserendosi in modo positivo.

Il metodo è quello proposto dall’Ufficio Catechistico della Diocesi che prevede una nuova metodologia in tre fasi:

  1. FASE PROIETTIVA: la lettura del testo biblico proposto provoca la persona a considerare la propria vita con occhi nuovi e ad esprimere considerazioni personali, condividendole con gli altri nella massima libertà: ognuno ascolta l’altro senza giudizio e senza rispondere, rispettando la verità del suo vissuto;
  2. FASE ANALITICA:il testo biblico viene approfondito da un esperto, in genere un biblista: ciò consente un accesso al testo non ingenuo (“non si fa dire al testo quello che non dice”), ma lo contestualizza e gli permette di “parlare” come parlava alle persone che lo ascoltavano quando è stato scritto;
  3. FASE RIESPRESSIVA: l’ascolto della Parola, la condivisione con i fratelli, la conoscenza del testo producono una ridefinizione  delle proprie rappresentazioni di fede ed educano ad atteggiamenti nuovi, più fedeli al Vangelo e più consoni al contesto culturale in cui viviamo.

L’esperienza successiva ha portato a privilegiare le prime due fasi, riservando alla fase riespressiva solo qualche momento particolare, legato talvolta ad una celebrazione.

Alla fine di ogni anno il gruppo verifica il lavoro svolto e discute nuovi miglioramenti, aggiustamenti o progetti.

In questi anni, molti sono stati i temi affrontati che hanno permesso di maturare una maggior consapevolezza della propria vita di fede e hanno aiutato i componenti del gruppo a vivere meglio il tentativo di procedere sulla via del Signore.

Tutto il materiale relativo agli incontri viene  trascritto e,alla fine di ogni anno pastorale, riunito in un fascicolo.

Le riunioni si tengono in via Pasa,nella casa messa a disposizione generosamente da Angela, Fausta e Mario.

Nel corso degli anni, il gruppo ha fatto esperienze diverse:

  1. In un primo momento, ha lavorato in parallelo con il gruppo giovani, con cui ha condiviso i temi e la fase analitica;
  2. Ha organizzato o ha aderito ad incontri con gli altri gruppi presenti in parrocchia per la conoscenza reciproca e per il confronto sui percorsi di fede;
  3. Ha maturato una sensibilità missionaria, mantenendo i rapporti con suor Daniela Spinielli.

Se qualcuno fosse interessato a conoscere il gruppo o a partecipare, può rivolgersi ad Angela Vignola, tel. 347 4086531